Dite addio a tutti i siti fake che continuamente lanciano notizie non vere creando il panico tra gli internauti.
Google Chrome ha fatto sapere che a breve sarà attiva una nuova funzione che avvertirà gli utenti che hanno commesso un errore di digitazione atterrando su un sito poco affidabile che non ha nulla in comune con quello che stavano cercando.
Si tratta di un vero atto di pirateria informatica che, prende di mira gli utenti più distratti.
Un nuovo metodo per contrastare il “typosquatting” che prevede la registrazione di un dominio internet simile al nome di uno popolare che sfrutta la distrazione di alcuni utenti che, non controllando, non capiscono di aver sbagliato e di star leggendo le notizie su un sito che non è affidabile.
La nuova funzione contro i siti fake, già presente in Chrome Canary 70, avvertirà dell’errore di digitazione suggerendo il nome corretto del dominio.
È di qualche giorno fa invece la notizia di un nuovo tool di Google Password Control che inserendo i dati del proprio sito internet riesce subito a dire se siano stati compromessi e, dunque, se è arrivato il momento di cambiarli per non andare incontro a spiacevoli avveniment

Siti fake, cos’è il typosquatting

Il typosquatting (che deriva da squatting cioè occupazione abusiva e typo errore di battitura) è una forma di cybersquatting che si occupa di errori di battitura commessi digitando un URL.
È un metodo usato da chi realizza siti internet per sfruttare l’errore e far arrivare gli utenti nel proprio aumentando così le visite ma anche per intercettare il maggior numero possibile di e-mail inviate a indirizzi del sito internet ufficiale.
I più comuni sono questi quattro tipi:
– errore comune di battitura;
– errori di spelling dovuti a errori di battitura;
– scrittura del dominio sbagliata, come ad esempio al plurale;
– finale differente: esempio.org